Barbabietole


La barbabietola rossa si distingue per la ricca presenza di sali minerali e di vitamine. La sua composizione è costituita prevalentemente da acqua. Una barbabietola rossa contiene sali minerali quali sodio, calcio, potassio, ferro e fosforo. Per quanto riguarda le vitamine, viene evidenziata la presenza di vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B.

Sia il tubero che le sue foglie sono ricchi di antiossidanti e di flavonoidi, utili per proteggere l'organismo dall'azione dei radicali liberi. Il contenuto di vitamina A, essenziale per la protezione della vista, è superiore nelle foglie rispetto ai tuberi.

Tra le vitamine del gruppo B spicca l'acido folico, conosciuto anche come vitamina B9, ritenuto particolarmente utile per l'assunzione durante la gravidanza, al fine di evitare difetti nello sviluppo del nascituro. Il contenuto di vitamina B9 e maggiore nella barbabietola rossa cruda e può venire ridotto dalla cottura.

Per via del suo contenuto di sali minerali, la barbabietola è indicata come alimento utile per la reintegrazione degli stessi nell'organismo. Sia la radice di barbabietola che il suo succo sono considerati un aiuto naturale in caso di anemia. L'aggiunta di succo di limone nel succo o come condimento del tubero viene indicata al fine di favorire l'assorbimento del ferro contenuto in tali alimenti.

Gli effetti della barbabietola nel contrastare i tumori, con particolare riferimento al tumore al colon, sono oggetto di studio fin dagli anni Ottanta. Studi più recenti si sono focalizzati sulla barbabietola rossa e sul succo estratto da essa come alimenti utili per la prevenzione del cancro e dei disturbi cardiovascolari. Per via del suo contenuto vitaminico, la barbabietola rossa rafforza i capillari e contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna.

Le barbabietole rappresentano un ortaggio dietetico, in quanto 100 grammi dell'alimento contengono soltanto circa 20 calorie. Consumare barbabietole rosse significa poter contrastare le malattie del fegato ed attenuare le infiammazioni che colpiscono il nostro organismo, con particolare riferimento all'apparato digerente.
da GreenMe



Ricette con le barbabietole:


Barbabietole ripiene


Ingredienti per 4 persone:
- 4 barbabietole rosse, cotte
- 2 cipolle rosse
- 200 g di caciocavallo stagionato
- 1 mazzetto di prezzemolo tritato
- 50 g di pangrattato
- olio di oliva extra vergine
- sale


Preaparazione:
Fate cuocere le cipolle intere con tutta la buccia in forno a 200 °C e sfornatele dopo 30-40 minuti. Sbucciate le barbabietole cotte al forno, dividetele a metà e, aiutandovi con un coltellino appuntito, svuotate l’interno formando una sorta di coppette. Tritate grossolanamente la parte eliminata e mettetela in una terrina.

Grattugiate il Caciocavallo, tenetene da parte un quarto e aggiungete il resto nella terrina. Sbucciate le cipolle, tritatele grossolanamente e unitele alle barbabietole tritate, al formaggio e a tre quarti del prezzemolo, e ammorbidite con due cucchiai di olio extravergine.

Spolverate l’interno delle “coppette” di barbabietole con un pizzico di sale, riempitele con il composto preparato e accomodatele man mano in una teglia appena unta o coperta con un foglio di carta da forno.

Mescolate il formaggio messo da parte, il resto del prezzemolo e il pangrattato e spargetelo a pioggia sulle barbabietole ripiene. Versate un po’ di olio a filo, infornate a 200 °C e sfornate dopo una ventina di minuti o quando si sarà formata una crosticina dorata in superficie. Servitele calde ma non bollenti. Potete sostituire il Caciocavallo con del Pecorino fresco e, se gradite un sapore più deciso, aggiungere all’impasto due filetti di alici sott’olio.
Ricetta da Cucina Naturale di Grazia Balducci