Patate


Regine dei tuberi, le patate sono ricche di vitamina C, efficace nel limitare i danni causati dai radicali liberi, molecole di ossigeno nocive per i tessuti organici. Inoltre, la presenza di potassio le rende un ottimo aiuto contro l’ipertensione.

Le patate sono ricche di carboidrati complessi, dunque indicate per chi soffre di diabete. I carboidrati complessi infatti devono essere scomposti in zuccheri semplici prima di essere assorbiti, il che significa che entrano in circolazione in maniera graduale, contribuendo a una maggiore stabilità della glicemia. Le patate danno un forte senso di sazietà e perciò aiutano a controllare la fame e a perdere peso.

Inoltre facilitano l'alcalinizzazione del sangue, è quindi adatta in tutti gli stati di acidosi perché ristabilisce l'equilibrio acido-basico del sangue. È particolarmente adatta al pasto serale.

Perché mantenga intatte le sue proprietà curative, la patata deve essere cotta intera, con la buccia, al vapore o al forno. L'ideale è mangiarla con tutta la buccia. Le patate fritte o comunque sbucciate e tagliate prima di lavarle e di cuocerle, perdono gran parte delle proprietà benefiche indicate.
Le patate cotte vanno consumate subito per evitare che si sviluppino microrganismi tossici come il Bacillus proteus.

Infine bisogna tener presente che la patata è come una spugna: assorbe i pesticidi e i diserbanti chimici in grande misura, quindi, se non è biologica, è un vero e proprio veleno.




Ricette con le patate:


Barchette di patate dorate


Ingredienti per 4 persone:
- 6 patate
- 1 cucchiaino di rosmarino tritato
- 4 scalogni
- 60 g di gherigli di noce
- 2 foglie di alloro
- 100 g di tofu
- 1 spicchio di aglio
- 250 g di ceci lessati
- 300 ml di salsa di pomodoro
- 1 cucchiaino di prezzemolo tritato
- scorza di limone grattugiata
- olio di oliva extra vergine
- sale


Preaparazione:
Sbucciare le patate e lavarle, sezionarle a metà per il lungo e con un coltellino scavarle con attenzione dalla polpa centrale formando delle barchette vuote, tenersi a 1/0 cm almeno dal fondo per non rischiare di rompere le patate.

Condirle con il rosmarino tritato, un pizzico di sale e qualche cucchiaio di olio, disporle in una teglia e cuocerle nel forno caldo a 190 °C per 15 minuti circa fino a renderle croccanti esternamente e morbide internamente, recuperare la polpa scavata e cuocerla a vapore per circa 10 minuti fino a renderla tenera.

Nel frattempo sbucciare gli scalogni e tagliarli a spicchi, metterli in una casseruola insieme a gherigli di noce, 3 cucchiai di olio e le foglie di alloro ben lavate, coprire e rosolare per 10 minuti circa mescolando ogni tanto.

Togliere le foglie d'alloro dal soffritto e frullarlo, aggiungere il tofu tagliato in piccoli cubetti e la polpa delle patate cotta a vapore, frullare nuovamente e formare una crema mediamente densa da regolare di sale.

Farcire con questa crema le barchette di patate e scaldarle brevemente in forno, a parte sbucciare e tritare l'aglio, rosolarlo velocemente con 2 cucchiai di olio, aggiungere i ceci e insaporirli per 5 minuti, unire la salsa di pomodoro e una punta di buccia di limone grattugiata lasciando insaporire per 2-3 minuti 6 Completare i ceci con il prezzemolo, decorare le barchette con altri gherigli di noce e accompagnarle con il contorno di ceci caldo.

Ricetta da Cucina Naturale di Giuseppe Capano




Frittata di verdure miste


Ingredienti per 4 persone:
- 500 g di patate
- 200 g di fagiolini
- 7 scalogni
- 20 g di funghi secchi
- 2 fette di pane casereccio
- 6 uova
- 8 cucchiai di latte
- 3 cucchiai di olio di oliva extra vergine
- ½ cucchiaino di erbe aromatiche miste
- sale
- pepe


Preaparazione:
Sbucciate le patate e lavatele; pulite i fagiolini e lavate anche questi. Infine sbucciate gli scalogni. Passate nel robot da cucina le verdure e i funghi, tagliandoli grossolanamente
Scaldate l'olio in una padella grande e gettatevi il trito. Unite il sale, il pepe e le erbe aromatiche. Rimestate. Abbassate la fiamma, coprite la padella e fate cuocere per 20 minuti, ricordando di controllare ogni tanto le verdure.
Sbticiolate grossolanamente il pane nel latte. Sbattete le uova con sale e pepe e il latte. Rovesciate il tutto sopra le verdure. Con una paletta, cercate di far penetrare le uova sul fondo della padella. Mettete il coperchio e fate cuocere fin quando la frittata non è ben cotta. se riuscite giratela e cuocetela anche dall'altra parte. Ogni tanto infilate la paletta sotto per impedire che attacchi. A fine cottura tagliate la frittata nella padella stessa e servitela subito

Ricetta da Cucina Naturale di Giuliana Lomazzi




Ratatouille di verdura


Ingredienti per 4 persone:
- 1 melanzana
- 1 zucchina
- 4 pomodori
- 2 patate
- 2 peperoni
- 1 cipolla
- sale
- pepe
- glassa di aceto di mele


Preaparazione:
1 Prendete tutte le verdure, pulitele dagli scarti e tagliatele a fette. Raccogliete le verdure in una pirofila da forno ed irroratele con abbondante olio extravergine d'oliva, salate e pepate adeguatamente. Disponete a spirale alternando le verdure. Infornate per i primi 15 minuti a 200 °C per arrostire le verdure e protrarre la cottura per altri 20 minuti a 180 °C

Ricetta da Cucina Naturale di Angela Rapisarda



Cannelloni con Radicchio e Patate

Ingredienti per 6 persone:
- 250gr cannelloni senza uovo
- 850gr patate
- 500gr radicchio rosso
- 1 cipolla
- 1 scalogno
- 2 spicchi di aglio
- 1 litro di latte di soia
- 50gr burro di soia
- 80gr farina
- 4 cucchiai di parmigiano veg
- 2 cucchiai di pangrattato
- prezzemolo
- sale
- pepe
- noce moscata
- salvia
- rosmarino


Preaparazione:
Preparare il parmigiano Veg tritando insieme 2 cucchiai di lievito in scaglie, 1 cucchiaio di mandorle e 1 cucchiaio di sesamo con poco sale. 
Tagliare le patate a piccoli dadini. Far soffriggere in padella la cipolla e lo scalogno con olio evo. Aggiungere l'aglio (1 spicchio e mezzo)e dopo poco le patate. Unire 4 foglie di salvia e un rametto di rosmarino, alzare la fiamma e far rosolare per bene. 5 minuti prima della fine della cottura unire radicchio, sale e pepe. 
Preparare la besciamella: sciogliere il burro in un pentolino, aggiungere la farina e mescolare bene. Unire un po' alla volta il latte continuando a mescolare evitando la formazione di grumi. Mettere sul fuoco, aggiungendo sale, pepe e noce moscata a piacere. Al bollore attendere 2 minuti e poi spegnere la fiamma.
Unire alle verdure qualche cucchiaio di besciamella (e qualche cucchiaio di latte se il composto risultasse troppo compatto) e 3 cucchiai di parmigiano vegano. Mettere alla base di una pirofila uno strato di besciamella e poi ricoprire con i cannelloni riempiti con il composto di verdure. 
Frullare le verdure avanzate (togliendo il rosmarino ma lasciando la salvia) con la besciamella rimasta aggiungendo un po' di acqua. Ricoprire i cannelloni con la salsa preparata.
Preparare un trito fatto di: 1 cucchiaio di parmigiano veg, 2 cucchiai di pangrattato, mezzo spicchio di aglio tritato e una manciata di prezzemolo. Ricoprire la teglia ed infornare per 40 minuti a 180° mettendo sul fondo del forno una ciotola contenente dell'acqua.


Ricetta da Ricette Vegan




Trofie con patate e taccole

Per 4 persone:
320 gr di trofie
200gr di patate
3 cucchiai di aceto
120gr di taccole
120 gr di pane casereccio a fette
½ bicchiere di olio di arachidi
5 cucchiai di olio di oliva
3 spicchi di aglio
3 rametti di rosmarino
3 peperoncini rossi
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
4 cucchiai di sale grosso

Preaparazione:
Sbucciare le patate. Tagliarle a dadini e metterle in ammollo con acqua fredda e aceto, fino al momento di cuocerle. Togliere punte e filo alle taccole. Dividerle a pezzi. Lavarle. Levare la crosta al pane. Ridurre la mollica a dadini. Scaldare l’olio di arachidi nella padella. Friggervi i dadi di pane 1 minuto. Scolarli con il mestolo su carta assorbente. Scolare l’olio dalla padella. Lavare rosmarino e peperoncini. Portare a bollore 4 litri d’acqua, salarla. Versarvi le patate, far riprendere il bollore. Unire pasta e taccole. Cuocere 12 minuti. Scaldare l’olio di oliva nella padella. Rosolarvi 1 minuto aglio, peperoncini e un rametto di rosmarino. Scolare pasta e verdure e rimetterle nella pentola ancora calda. Versare sulla pasta e le verdure l’olio bollente, lasciandolo passare attraverso il colino. Mescolare a fuoco medio, cercando di non sciupare i dadi di patate. Trasferire trofie e verdure su un piatto da portata. Completare con il parmigiano e i dadi di pane. Guarnire con i rami di rosmarino, l’aglio e i peperoncini. Servire subito.

P.S. Ricetta sperimentata da Giulia Guglielmetti: ottima